Tentativi di furto e incendi dolosi movimentano le notti del nostro Istituto di Vigilanza

La criminalità, purtroppo, anche in tempi di Covid non conosce battute d’arresto e quando i malviventi pianificano tentativi di furto o azioni criminali ai danni di cose o persone, non c’è pandemia che tenga. Negli ultimi giorni le nostre Guardie Giurate hanno avuto il loro da fare, sia nel territorio campano sia a Roma.

Rogo doloso in una nota azienda ebolitana: danni limitati grazie all’intervento di una nostra Guardia Giurata

Nella notte del 20 Gennaio scorso, presso una nota azienda di vendita e assistenza per macchine agricole situata nel territorio di Eboli (Salerno), si è verificato un incendio di chiara origine dolosa ai danni di un automezzo, colpito da bottiglie incendiarie.

Prezioso è stato l’intervento di una guardia giurata del nostro Istituto di Vigilanza, che, avendo ricevuto una segnalazione di allarme, si è recata intorno alle 02.30 presso l’azienda e ha notato il rogo che stava divampando sotto uno dei più nuovi mezzi della ditta, un trattore dal valore di ben 100 mila euro.

Immediatamente, la GpG si è adoperata per spegnere le fiamme, seguendo le dovute procedure, e allertare le forze dell’ordine, oltre che i titolari dell’azienda agricola.

Come se non bastasse, dai rilievi effettuati, è emerso anche un tentativo (fortunatamente fallito) di furto presso l’abitazione situata all’interno della ditta, attualmente in ristrutturazione.

Tentativo di furto sventato a Ciampino: 6 malviventi messi in fuga dal nostro Istituto

Il 23 Gennaio, intorno alle 4 di notte, la Centrale Operativa presente presso la sede di Roma del nostro Istituto, ha ricevuto una segnalazione di allarme proveniente da un’azienda sita in Ciampino.

Da controllo effettuato tramite videosorveglianza, si notavano diversi individui che accedevano all’interno dello stabile tramite lo scasso di una finestra.

La Guardia Giurata di turno si è tempestivamente recata sul luogo dell’accaduto e ha messo in fuga sei persone riuscendo anche a recuperare l’intera refurtiva.

 

Foto credits: Salernotoday

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *